Greta e Vanessa, 20 anni, rapite in Siria. Erano ad Aleppo per progetti umanitari

6 agosto 2014 at 21:58

C_4_articolo_2061639__ImageGallery__imageGalleryItem_3_image - CopiaPREGHIAMO PER LORO – Greta Ramelli, 20enne residente a Gavirate (Varese), e Vanessa Marzullo, 21enne di Brembate (Bergamo), da giorni ad Aleppo, in Siria, per seguire progetti umanitari nel settore sanitario e idrico, risultano irreperibili dal Primo agosto. La notizia è stata confermata dalla Farnesina, che ha immediatamente attivato l’Unità di crisi e l’Intelligence per i necessari accertamenti. Il ministero ha già preso contatto con le famiglie. Si teme un rapimento.

e prime voci della loro scomparsa sono circolate nella serata di martedì sui social network. Secondo fonti locali, le cooperanti lombarde, in Siria dal 28 luglio, sarebbero state rapite nella notte tra il 31 luglio e l’1 agosto. Risale a poche ore prima l’ultimo post pubblicato su Facebook da Greta Ramelli.

Le due giovani sono le fondatrici di Horryaty, un progetto di assistenza sanitaria, raccolta fondi, distribuzione di aiuti e sensibilizzazione su quanto sta accadendo in Siria.

Cooperante: “Non le sentivo da qualche giorno” – “Non sentivo Vanessa e Greta da qualche giorno”. Lo ha detto Roberto Andervill, terzo responsabile del progetto Horryaty. Andervill ha anche confermato che le due giovani erano arrivate in Siria il 28 luglio.

Ancora presto per dire se criminali comuni o altro – E’ “ancora presto” per dire se gli autori del rapimento delle due cooperanti in Siria siano criminali comuni o appartenenti a qualche milizia. Lo ha detto una fonte informata a Beirut che segue la vicenda. “Ancora non si sa nulla – ha aggiunto – né sul tipo di sequestro né sulla regione dove le due giovani sono tenute”.

Chi è Vanessa – “Vanessa Marzullo, 21 anni, di Bergamo”, si legge sulla pagina Facebook dell’associazione “Assistenza sanitaria in Siria – Horryaty”. Studentessa di Mediazione Linguistica e Culturale, curriculum Attività Internazionali e Multiculturali – lingue: Arabo e Inglese”. Vanessa è volontaria presso Organizzazione Internazionale di Soccorso. Dal 2012 si dedica alla Siria, dalla diffusione di notizie tramite blog e social networks all’organizzazione di manifestazioni ed eventi in sostegno del popolo siriano in rivolta. Questo culmina nell’organizzazione e nella nascita del Progetto “Assistenza Sanitaria in Siria”.

Chi è Greta – Greta Ramelli, 20 anni, di Varese, scrive invece di essere “studentessa di Scienze Infermieristiche”. Diplomata al liceo linguistico Rosetum dove ha studiato inglese, spagnolo e tedesco. Volontaria presso Organizzazione Internazionale di Soccorso, operatrice pronto soccorso trasporto infermi e nel settore emergenza (livello operativo). Nel maggio 2011 trascorre 4 mesi in Zambia nelle zone di Chipata e Chikowa lavorando come volontaria presso 3 centri nutrizionali per malati di AIDS, incluso alcune settimane presso le missioni dei padri comboniani. Nel dicembre 2012 ha trascorso tre settimane a Calcutta, India, dove ha svolto volontariato presso la struttura Kalighat delle suore missionarie della carità e ha visitato progetti di assistenza alla popolazione indiana presente negli slums. Attualmente si occupa principalmente di Siria, sia per quanto riguarda l’accoglienza profughi insieme ad altri volontari, sia per attivismo e per aiuti umanitari. Al momento collabora con il Comitato S.O.S. Siria di Varese, l’Associazione delle Comunità Arabe Siriane e IPSIA Varese nel progetto “Assistenza Sanitaria in Siria”.

Su Facebook sono inoltre pubblicati alcuni degli eventi organizzati dall’associazione, in particolare manifestazioni di beneficenza per la raccolta di fondi. L’ultimo evento risale al 13 luglio scorso, una cena buffet con mostra all’Isola Pepe Verde di Milano.